» Roselli Ercole  
Roma, 1818 Ancona, 1905
 

Patriota. Nel 1849 comandò il battaglione universitario romano contro i francesi, partecipando, col grado di maggiore, alla difesa della città. Fuggito da Roma nel febbraio del 1850, raggiunse Genova via Corfù e Costantinopoli. Arrestato nel 1853 per aver preso parte alla spedizione che a Roma doveva liberare i prigionieri politici detenuti a San Michele e a Paliano, fu condannato a vent'anni di carcere e liberato solo nell'ottobre del 1860. Ottenne un ufficio di bibliotecario alla Comunale di Ancona, dove insegnò matematica all'Istituto tecnico.