» Rosaroli Giuseppe  
Napoli, 1775 Nauplia (Romania), 1825
 

Generale, padre di Cesare. Cadetto dell’esercito borbonico aderì nel 1799 alla Repubblica partenopea. Esule si unì a Napoleone con il quale combatté a Marengo. Fece le campagne d'Italia fino a quella di Napoli con Masséna (1806) e a fianco di Murat partecipò alla campagna di Russia. Reintegrato nell’esercito borbonico, nel 1821 assunse il comando dei presidi in Calabria e Sicilia per opporsi agli austriaci che avevano sconfitto Pepe a Rieti e si apprestavano a restaurare la monarchia assoluta. Costretto alla fuga si rifugiò in Spagna, dove combatté nelle file dei costituzionali. Domata la rivoluzione spagnola, corse in soccorso della Grecia insorta.