» Rattazzi Urbano  
Alessandria, 1808 Frosinone, 1873
 

Uomo politico. Alleato di Cavour nel 1852 (il cosiddetto “connubio”), si sforzò di ridimensionare il potere temporale della Chiesa. Ministro degli Interni, promulgò tre nuovi codici, penale, di procedura penale e procedura civile (1859-1860). Dopo l’Unità si servì di Garibaldi per mettere la Francia e l’Austria davanti al fatto compiuto a Roma e in Veneto. Toccò a lui tuttavia fermare il generale, prima a Sarnico, poi in Aspromonte. Di nuovo alla guida del governo nel 1867, Rattazzi riprese la sua politica per liberare Roma. Ancora una volta l’intervento francese lo costrinse a far arrestare Garibaldi a Sinalunga e a lasciare nuovamente il potere.