» Prina Giuseppe  
Novara, 1766 Milano, 1814
 

Uomo politico. Avvocato a Novara, svolse la sua carriera nell’amministrazione del Regno di Sardegna. Devoto ai Savoia, dopo l'abdicazione di Carlo Emanuele si tenne in disparte; poi (1800) accettò di far parte del governo provvisorio democratico del Piemonte, e (1802) andò deputato alla Consulta straordinaria di Lione. Chiamato da Francesco Melzi a Milano (1802), fu membro del triunvirato che diresse le finanze della Repubblica italiana, poi (1802) ministro delle Finanze, e tale restò anche sotto il Regno d'Italia. Inviso all'aristocrazia, odiato dal popolo come personificazione del fiscalismo napoleonico, fu ucciso da una folla inferocita nel tumulto di Milano del 20 aprile 1814.