» Montanelli Giuseppe  
Fucecchio, 1813 ivi, 1862
 

Patriota. Legato a Vieusseux, fu tra i primi in Italia ad accogliere il sansimonismo, passò poi al movimento evangelico promosso a Pisa da Carlo Eynard e aderì infine al neoguelfismo. Volontario nel 1848, fu ferito e fatto prigioniero a Curtatone. Successe a Gino Capponi nella presidenza del Consiglio in Toscana (1848). Dopo la fuga del granduca entrò nel governo provvisorio (il triunvirato Guerrazzi-Montanelli-Mazzoni) scontrandosi con Guerrazzi che era contrario alla proclamazione della Repubblica e all’unione con Roma. Nel 1859 si oppose alla fusione col Piemonte senza particolari garanzie. Poco prima della morte fu eletto deputato al Parlamento italiano.