» Massari Giuseppe  
Taranto, 1821 Roma, 1884
 

Uomo politico e scrittore. Esule a Parigi nel 1838 vi conobbe Gioberti.

Tornato in Italia nel 1843, fu espulso da Milano e costretto a riparare nuovamente in Francia, dove restò sino al 1846. Rientrato a Torino nel 1847 passò in Toscana e nel 1848 a Milano, dove incontrò nuovamente Gioberti. Stabilitosi a Torino, collaborò prima al «Saggiatore», poi alla «Gazzetta Ufficiale», di cui, nel 1856, divenne direttore.

Acceso difensore di Carlo Alberto, di Gioberti e Cavour, che gli affidò delicate missioni, Massari ebbe parte nell'annessione dell'Emilia e della Toscana e fu poi deputato dal 1860 al 1876 e dal 1880 al 1884.