» Casati Gabrio  
Milano, 1798 ivi, 1873
 

Uomo politico. Podestà di Milano dal 1837, favorì la preparazione delle Cinque giornate (18-22 marzo 1848) e, dopo la cacciata degli austriaci, assunse la presidenza del governo provvisorio e si adoperò per l’ annessione della Lombardia al Piemonte.

Dopo l’annessione fu invitato da Carlo Alberto a formare il nuovo ministero. Il governo, formatosi alla vigilia della sconfitta di Custoza, ebbe vita brevissima (28 luglio-15 agosto 1848).

Avendo fatto deliberare dal suo gabinetto la richiesta di aiuto militare alla Francia, Casati si dimise di fronte all’irremovibilità di Carlo Alberto, che volle chiedere l’armistizio agli austriaci senza attendere la risposta francese.

Rimasto esule in Piemonte, fu nominato senatore nel 1853 e sostenne la politica di Cavour.

Ministro della Pubblica istruzione nel 1859, fissò, con la legge che porta il suo nome, le direttive della politica scolastica dello Stato unitario. Fu, infine, presidente del Senato (1865-72).