» Acerbi Giovanni  
Castelgoffredo (Mantova), 1825 Firenze, 1869
 

Patriota. Nipote di Giuseppe; mazziniano e studente in legge a Pavia, fu arrestato nel 1847. Liberato dall’insurrezione milanese del marzo 1848, fu sulle barricate nella quarta e nella quinta giornata. Partecipò alla difesa di Venezia (1848-49); aiutò Mazzini a preparare il moto milanese del 1853; combattente garibaldino nel 1859 e con i Mille, nel 1862 fu arrestato in Piemonte con l’accusa di arruolare volontari per Aspromonte. Deputato dal 1865, fu con Garibaldi ancora nel 1866 in Trentino e nel 1867 al comando di una colonna che operava nell’Alto Lazio.