» Montanari Carlo  
Verona, 1814 Belfiore, 1853
 

Patriota. Di nobile famiglia, coltivò studî matematici. Già una volta arrestato nel 1852 dopo una perquisizione che trovò nella sua casa “stampe sovversive”, fu condannato a morte nel 1853 per la sua attività antiaustriaca. Salì al patibolo con Tito Speri e Bartolomeo Grazioli, sugli spalti di Belfiore.