» Gyulai Ferencz  
Pest, 1798 Vienna, 1868
 

Conte di Maros-Németh e Nádaska. Generale austriaco. Governatore dell'Istria e di Trieste (1847), resse per un anno (1849) il ministero della Guerra ed ebbe l'incarico dall’mperatore Francesco Giuseppe d’Asburgo di negoziati politici presso lo zar durante la guerra di Crimea. Quando l'imperatore si decise per una politica di moderazione nel Lombardo-Veneto, il Gyulai fu chiamato a succedere a Radetzky. Dal 1857 governatore della Lombardia e comandante delle truppe austriache in Italia, scoppiata la guerra del 1859, rimase indeciso e inoperoso dando modo ai franco-piemontesi di compiere indisturbati il loro congiungimento. Battuto a Magenta e, in retroguardia, a Melegnano, fu esonerato dal comando. Da buon soldato Gyulai chiese ed ottenne di assumere il comando del reggimento a lui intitolato e di cui era nominalmente proprietario (Regimentsinhaber); ma questo era, e rimase, di presidio a Mantova e non ebbe occasione di combattere.