» Misley Enrico  
Modena, 1801 Barcellona, 1863
 

Cospiratore e uomo politico. Laureatosi a Pavia nel 1820, tornato a Modena, avvicinò il duca Francesco IV d’Este, tentando di guadagnarlo alle idee costituzionali. Nel 1829 convinse Ciro Menotti a entrare in diretto contatto col duca, che tuttavia mantenne un contegno assai riservato e ambiguo.

Dopo il fallimento del moto del 1831, il fatto che non si procedette contro di lui accreditò sospetti di tradimento, non chiariti del tutto neppure dalla sua opera L'Italie sous la domination autrichienne (Parigi 1832). Trasferitosi nel 1835 in Spagna, fu consigliere finanziario di Maria Cristina di Borbone, impegnandosi a procurare denaro per finanziare la guerra contro i carlisti. Nel 1848 fu però allontanato dalla corte e passò in Gran Bretagna, quindi in Francia, poi in Piemonte, dove, dopo l'armistizio di Salasco, tentò di persuadere Carlo Alberto ad appoggiarsi alla Francia. Allontanato nel 1850 anche dal Piemonte, finì i suoi giorni, lontano dalla vita politica, in Spagna.