» Palasciano Ferdinando  
(Capua, 1815 Napoli, 1891)
 

Chirurgo. Ufficiale dell’esercito borbonico, era a Messina durante l’insurrezione del 1848.

Si batté per portare soccorso ai feriti in combattimento di entrambe le parti. In una sua memoria, largamente diffusa, propugnò il principio secondo il quale le potenze dovevano riconoscere la neutralità dei combattenti malati o feriti, precorrendo così la Croce Rossa.

La sua tesi fu accolta dalla Società di utilità pubblica di Ginevra, che propose la costituzione di una associazione permanente di soccorso per i feriti di guerra. Palasciano fu deputato di Cassino e (dal 1876) senatore.