» Nicotera Giovanni  
(Sambiase, Catanzaro, 1828 Vico Equense, Napoli, 1894)
 

Patriota e uomo politico. Ferito nella difesa di Roma (1849), esule a Torino, fu catturato (1857) nella spedizione di Sapri.

Liberato alla caduta dei Borboni, raggiunse Garibaldi a Napoli e ne fu l'agente nel preparare a Cosenza e a Catanzaro l'azione in Aspromonte (1862); lo seguì volontario nella guerra del 1866 e nel tentativo nell'Agro Romano (1867).

Deputato della Sinistra dal 1862, abbandonò gradualmente le giovanili idee repubblicane per diventare un convinto sostenitore della monarchia; ministro dell'Interno con Depretis (1876-77) e Di Rudinì (1891-92), fu aspramente criticato dai suoi vecchi colleghi della Sinistra per i tratti autoritari e repressivi della sua politica.