» Lanza Giovanni  
(Casale Monferrato, 1810 Roma, 1882)
 

Uomo politico. Medico, nel 1848 accorse volontario in Lombardia e nel maggio fu eletto deputato. Dapprima contrario alla ripresa delle ostilità con l'Austria, quindi favorevole alla resistenza a oltranza dopo la sconfitta di Novara, votò contro la pace di Milano.

Vicepresidente della Camera (1853), ministro dell'Istruzione (1855), poi delle Finanze (1858), fu eletto (1860) presidente della Camera. Accentuatasi intanto la sua evoluzione dal Centrosinistra alla Destra, della quale divenne uno dei capi più autorevoli, fu ministro dell'Interno (1864-1865), nuovamente presidente della Camera (1867-68 e 1869); quindi, presidente del Consiglio (1869-1873).