» Fanti Manfredo  
(Capri, 1808 Firenze, 1865)
 

Generale e patriota. Quando scoppiò l’insurrezione nell’Italia centrale (1831), partì da Modena per combattere gli austriaci. Esule in Francia e poi in Spagna ebbe il grado di colonnello e le funzioni di capo di stato maggiore del comando generale di Madrid.

Rientrato in Italia nel 1848 ebbe dal governo provvisorio di Milano l’incarico di mettere in stato di difesa la città di Brescia. Fu eletto deputato al Parlamento subalpino e al comando di una brigata prese parte nel 1855 alla spedizione di Crimea.

Fece la campagna del 1859. Al tempo delle annessioni ebbe l’incarico di organizzare l’esercito della lega dell’Italia centrale. Da ministro della Guerra ordinò il primo esercito del Regno d’Italia.