» Cavallotti Felice  
(Milano, 1842 Roma, 1898)
 

Scrittore e uomo politico. Arruolatosi nella spedizione Medici, che partì di rincalzo ai Mille, si batté a Milazzo e al Volturno (1860); più tardi partecipò alla guerra del 1866, sempre nelle schiere garibaldine.

Il sentimento patriottico si accoppiava in lui con l'amore delle lettere: traduttore, autore di numerosi drammi in versi, elogiato dal Carducci come «lirico della bohème», rivelò assai presto eccellenti qualità di giornalista e di polemista. Ma fu attratto soprattutto dalla politica, nelle fila dell'Estrema Sinistra.

La serie clamorosa delle polemiche e dei duelli, cui era costretto dalla veemenza delle sue critiche, si concluse tragicamente nel duello con Ferruccio Macola, direttore della «Gazzetta di Venezia». Tutte le sue opere furono raccolte in dieci volumi (1895-96).