» Borsieri Pietro  
(Milano, 1788 Belgirate, Verbania, 1852)
 

Letterato e patriota; sottoposto a processo insieme con Federico Confalonieri e condannato al carcere duro, fu graziato (1836) e deportato in America. Amnistiato, prese parte alle Cinque giornate di Milano.

Nel 1815 aveva redatto – ma non fu pubblicato – il manifesto per la Biblioteca italiana; fu tra i primissimi corifei del romanticismo (Avventure letterarie di un giorno, 1816) e uno dei fondatori del «Conciliatore» (1818), cui collaborò con numerosi scritti di critica letteraria.